Schioppettino di Prepotto | UNICO PER NATURA

schioppettino2014

Il fine settimana nei Colli orientali del Friuli, dedicato al vino rosso che rappresenta una delle più ambite eccellenze nel panorama enoico regionale e nazionale, sarà scandito da un susseguirsi di iniziative indirizzate a far conoscere questo speziato autoctono, figlio di una terra di confine dalla vocata attitudine vinicola, prodotto da appassionati vignaioli nel comune di Prepotto (UD).

L’iniziativa è inserita nel più ampio e suggestivo progetto RURAL, il programma di cooperazione transfrontaliera Italia-Slovenia 2007-2013, che mira ad avvicinare la comunità di Prepotto e quella slovena di Kanal ob Soči (Canale d’Isonzo) separate, per un lungo tratto dal solo torrente Judrio, a sviluppare attività che valorizzino il turismo rurale e di promozione dei prodotti enogastronomici dell’area.

Nella piazza di Prepotto e nella attigua, nuovissima tensostruttura di Via 24 Maggio, prenderà vita un mercato transfrontaliero degli Artigiani del Gusto con prodotti tipici sloveni provenienti dalla zona di Kanal ob Soči e i prodotti tipici friulani e delle aree contigue a Prepotto. Una situazione privilegiata per una promozione congiunta del territorio e delle sue attrattive, con prodotti unici e tuttavia tra loro complementari che condividono un percorso comune di valorizzazione e divulgazione.

L’Associazione Produttori Schioppettino di Prepotto è impegnata da decenni, con puntiglio e dedizione, a produrre e divulgare questo vino che porta il nome del comune in cui affondano le radici delle viti, da sempre presenti nel paesaggio locale. Lo scopo dell’evento è partire dal passato per descrivere l’attualità e scoprire l’unicità di questo esclusivo protagonista.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>