Vinitaly a bocce ferme

Vinitaly a bocce ferme

di Paolo Ianna

Passato qualche giorno mi viene più facile azzardare un bilancio di quel che è stato Vinitaly 2014, la principale fiera internazionale del vino. Qualche cifra, estrapolata dalle numerose rassegne stampa, per avere un quadro generale a volte inaspettato: 155.000 presenze nei 4 giorni, dal 6 al 9 aprile, con un incremento del 6% rispetto al 2013. Sono stati 56.000 gli acquirenti stranieri che crescono del 36% nell’appena conclusa edizione. Numeri incoraggianti che fanno pensare alla fine di un interminabile periodo nero per l’economia italiana e al riconoscimento della qualità sicuramente migliorata dei vini del nostro paese.

I capienti padiglioni, che contengono le migliaia di aziende vinicole e ogni altra attività legata al settore, si sono riempiti di appassionati e operatori, brulicando come dei veri e propri formicai. I più frequentati sono stati i padiglioni che hanno ospitato Veneto, Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige. A seguire le regioni che storicamente continuano a rappresentare in maniera più che nobile la storia del vino di qualità italiano nel mondo: Toscana e Piemonte. Poi tutte le altre regioni, piccole e grandi, che hanno goduto di un più che lusinghiero afflusso di visitatori.

Bilancio positivo quindi anche per ViVit la sezione che riguardava i vini “artigianali”. Sempre molto interessante, un giretto in questo settore per poter capire i nuovi orientamenti, talvolta abbastanza alternativi, al mondo del vino “convenzionale” spesso tacciato di avvalersi dell’aiutino della chimica per la produzione e conservazione dei prodotti. Sarà proprio così? Bel quesito! Le discussioni sull’argomento vanno per le lunghe, specie se alimentate da frequenti assaggi in eleganti e stilosissimi calici.

Il confronto aiuta a crescere, a conoscere e a conoscersi. Ben vengano questi grandi eventi dedicati al vino e ai prodotti della terra italiana in generale, i veri ambasciatori del più attraente e vero Made in Italy.
La prossima edizione di Vinitaly sarà la 49esima, dal 22 al 25 marzo 2015.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>